AUSTRIA4YOU: IL TUO PARTNER A VIENNA AUSTRIA4YOU


HIGHLIGHTS

© 2016 Copyright austria4you ltd. All rights reserved                           

Webdesign by austria4you ltd.

Privacy

Disclaimer

Archivioews

I MERCATI

IL MERCATO AUSTRIACO


L’Austria è un Paese di lingua tedesca  e di cultura “mitteleuropea”, certamente più “mediterranea” di quella dei cugini germanici (qui talora interpellati con l’epiteto di “Prussiani”). Ciò semplifica agli Italiani, in particolare a quelli dell’ex Lombardo-Veneto, l’approccio all’ambiente austriaco, culturalmente non troppo lontano, lingua a parte, dal loro.


Sul piano commerciale il prodotto italiano è in genere favorevolmente accolto in Austria. E non solo per ragioni collegate con la creatività, la fantasia e il buon gusto. Anche i prodotti delle nostre industrie manifatturiere vengono giudicati altamente competitivi, in alcuni settori addirittura ci viene riconosciuta una assoluta leadership di mercato.


Nei rapporti interpersonali la situazione è più complessa. Degli Italiani viene qui invidiata la qualità della vita ed apprezzato il calore umano che caratterizza ogni relazione. Così è difficile trovare un Austriaco, in particolare un Viennese, che non abbia trascorso le vacanze, estive in Italia e non abbia ripetuto con soddisfazione l’esperienza.

Viceversa non è per niente apprezzata, perché troppo lontana dalla mentalità austriaca, la tendenza attribuita agli Italiani di considerare spesso con eccessiva disinvoltura le convenzioni e le norme che regolano la vita comunitaria.


L’Austria è un Paese relativamente piccolo (circa 8,4 milioni di abitanti),  ma economicamente forte (con un prodotto interno lordo annuo  pro-capite di circa 40.000 dollari,  a fronte dei  30.000 dollari di quello italiano) ed in fase di continua espansione, crisi mondiale permettendo. Della quale peraltro i consumi interni non sembrano finora aver risentito in misura significativa. Significativo al riguardo è il fatto che le spese sostenute  per le festività natalizie del 2013 in Austria sono state le più alte nella storia della giovane Repubblica (nata nel 1955).   


Le infrastrutture e i servizi sono quasi sempre di ottimo livello. A cominciare dai trasporti pubblici stradali, aerei e ferroviari (che rivestono una grande importanza nel paese) per proseguire con i servizi forniti dagli enti pubblici e dagli istituti bancari, più veloci e meno costosi di quelli italiani. Così come minori sono i costi della benzina e dell’energia in genere.


Le leggi riguardanti i rapporti di lavoro sono trasparenti, come pure il regime fiscale, ed entrambi, oltre ad essere più favorevoli che in Italia, sono sostanzialmente orientati a semplificare e favorire il lavoro delle aziende, nell’ambito di un quadro normativo nazionale stabile e chiaro e ad una pressochè totale assenza di scioperi.


Per non parlare dei tempi di pagamento della pubblica amministrazione, (normalmente garantiti entro 4-6 settimane !) e di quelli relativi al recupero dell’IVA (MWSt), a sua volta garantito entro un massimo di due mesi.